Blue River di Germania

Copertina - Fronte

Elvis registrò Blue River a Nashville, il 27 maggio 1963, al termine di due giorni di lavoro piuttosto intensi che fruttarono numerosi master. I piani della RCA prevedevano la pubblicazione di un nuovo album ma, per vari motivi, non se ne fece nulla e sul mercato finì invece Elvis Golden Records, Volume 3, una compilazione che garantì comunque ottime vendite. Molte delle canzoni realizzate a Nashville fecero una fine poco consona all'effettivo valore: a partire da quello stesso 1963 e per i successivi cinque anni, vennero infatti utilizzate in qualità di b-sides o di bonus songs, vale a dire riempitivi, per i 33 giri contenenti le colonne sonore. In effetti, le session risalenti a quei lontani giorni di maggio possono essere ricordate come le più sperperate dell'intera carriera di Elvis. Un peccato, perché in quell'occasione il cantante incise del buon materiale. Come detto, Blue River concluse le operazioni, ma venne fuori piuttosto breve! Per questo motivo qualcuno ne avrebbe poi "allungato" il finale, portando il  running time complessivo a 2'10. Pur non essendo un classico, il brano è ritmato e piacevole, e si lascia ascoltare volentieri. Semplice ma interessante il testo, che ricorda quello di Heartbreak Hotel, per quanto lo scenario sia in apparenza diverso. Anche stavolta il protagonista ci parla di un luogo, carico di sinistri presagi, dove gli innamorati possono soffrire in pace (eterna?) le loro pene d'amore. A ben vedere, in Blue River ci sono versi come it winds along a path of heartache and pain... che sembrano riecheggiare il super hit del 1956. Ma il testo di Heartbreak Hotel era enfatizzato da un tappeto sonoro angosciante, che non lasciava presagire nulla di buono, sette anni dopo la porta della speranza sembra non essere del tutto chiusa!

Copertina - Retro

Dal punto di vista discografico, il turno di Blue River arrivò alla fine del 1965, quando venne selezionata come b-side di Tell Me Why, un inedito del 1957 infine rispolverato dalla RCA. In quel ruolo defilato non andò oltre il 95° posto in classifica. In Germania le cose andarono diversamente, in quanto Tell Me Why fu affiancata da Puppet On A String, che in USA si era invece rivelata una a-side di buon successo. Al fiume triste venne quindi riservato il lato più prestigioso di un 45 giri all'inizio del 1966, la copertina del quale era conforme a quella del Tell Me Why statunitense... Sul lato b del singolo finì la bella You'll Be Gone, che giusto dodici mesi prima era stata la comprimaria di Do The Clam. In quella circostanza, sull'etichetta del vinile, i nomi degli autori del brano erano stati riportati, sbagliando, in questa sequenza: West - Presley - Hoage, laddove si sarebbe ovviamente dovuto scrivere Hodge. Ebbene, sul singolo del 1966 furono aggiunti i nomi dei tre compositori (se si vuole pensare che Elvis ebbe un ruolo nella stesura del pezzo), ma l'errore restò tale. Ecco dunque sfilare, potete vederlo in una delle immagini che corredano il post, Red West, Elvis Presley e... Charlie Hoage!? A quanto mi risulta, non esistono stampe di questo disco tedesco con il cognome del povero Charlie scritto in modo corretto. Ormai è andata!       

Blue River / You'll Be Gone

RCA Victor  47-9686 (v2 label)
Germania - Febbraio 1966


Etichetta - Lato A

Etichetta - Lato B

Errore sull'etichetta


Disco e immagini Roberto Paglia

2 commenti:

  1. 117183 "mi piace" di Google+? Con tutto il rispetto per quanto scrivo, credo si tratti di un errore... :D

    RispondiElimina